Una giornata speciale……..all’I.I.S.S. Cassandro-Fermi-Nervi di Barletta

L’Istituto I.I.S.S. “Cassandro- Fermi- Nervi di Barletta ha voluto ricordare, attraverso le parole del Dirigente Scolastico Prof. Dott. Antonio Catapano, l’importanza della  ricorrenza e della celebrazione della Repubblica Italiana  del  2 Giugno e quella della  commemorazione a lei successiva dell’ Unione Europea, indubbiamente tanto significativa e non meno  importante, con la sostituzione delle vecchie bandiere, poste  presso gli ingressi dei rispettivi plessi caratterizzanti il Polivalente, “logorate dal tempo e nel tempo”, per dirla con le stesse parole del Dirigente.

La celebrazione dell’evento è avvenuta dinanzi agli studenti e alla presenza dei docenti. Il Dirigente, nel suo discorso, ha voluto ricordare l’importanza degli eventi storici, correlati a momenti pregnanti della Storia, intrisi del valore  più autentico dell’italianità.

L’argomentazione ha acquisito il carattere della solennità altisonante poiché  supportata ed accompagnata dal sottofondo delle note  musicali dell’ Inno alla Gioia di Ludwig Van Beethoven ed in ultimo dalla coralità del canto nazionale e risorgimentale di Goffredo Mameli “Fratelli d’Italia, canto in cui tutti noi, docenti e studenti, insieme e all’unisono con il Dirigente abbiamo  proferito parole e intonato melodie  ritrovando quel sapore di antico, sotterraneo ma pulsante in noi nonostante le avversità di una storia contemporanea e moderna, che tuttavia ci unisce  fermamente e fraternamente.

Importante e fondamentale è stata la “Lectio Magistralis” del Dirigente  A. Catapano, incentrata su un nodo cruciale nella formazione dei giovani studenti e vitale il suo  rinverdimento annuale intorno agli eventi  del Risorgimento, onde suscitare nei giovani l’importanza del valore patrio e del sacrificio operato per la Patria da uomini che, rischiando la loro vita sulle barricate in giornate gloriose, ci hanno consegnato,  insieme al loro esempio, l’ Italia unita e la “Repubblica”.

                                                                                                                              Prof.ssa  Giuseppina Pirro